Banner

giovedì 6 novembre 2014

Il Grifone

L’Avvoltoio Grifone durante il suo volo in cui disegna cerchi concentrici sempre più ampi  sembra arrampicarsi in cielo per poi precipitare in mare. Lungo la strada panoramica che da Bosa conduce ad Alghero  non è raro ammirare le sue evoluzioni. 

Questi rapaci ormai sono ridotti ad una colonia di circa ottanta esemplari con 20-22 coppie nidificanti in questa zona nord occidentale dell’isola. Si tratta dell’unica colonia autoctona e nidificante in Italia, un vanto per Bosa e la Planargia. Purtroppo però, spesso cadono vittima dei bocconi avvelenati sparsi in campagna per colpire volpi e cani randagi, o deliberatamente catturati per essere imbalsamati. Nel 1987 e 1989, con un progetto realizzato dalla L.I.P.U. e dalla Regione Sardegna, sono stati immessi nel Montiferru di Cuglieri 36 Grifoni provenienti dalla Spagna e dalla Francia.

I Grifoni sono caratterizzati da una colorazione marrone-rossiccia sul dorso e sulla parte superiore delle ali; il petto è di color giallognolo con leggere sfumature rossicce; il piumaggio è cortissimo sul collo e sulla testa ed è di colore bianco; la parte inferiore delle ali è più scura rispetto al dorso. La coda è piuttosto corta rispetto ad un’apertura alare di 245-270 cm. Le dimensioni degli adulti si attestano intorno ai 95 cm. di lunghezza nei maschi, mentre le femmine sono più grandi di una decina di centimetri. Il peso varia dai 7,5 kg. per il maschio a più di 8 kg. per la femmina.

L’habitat ideale dei Grifoni è l’ambiente aperto dove possono facilmente localizzare le carogne degli animali morti e nidificare tra gli spuntoni di roccia. Si tratta di una specie molto sociale che ama stare con i propri simili nelle zone di nidificazione e durante la ricerca di cibo. Essendo un abile veleggiatore è pure in grado di effettuare lunghi spostamenti alla ricerca del cibo. Il Grifone si nutre prevalentemente in gruppo e ha l’abitudine di depositare la carne strappata dalla carcassa nel gozzo per poi rigurgitarla ai suoi piccoli nel nido.